seguici su facebookseguici su twitterseguici su pinterestseguici su instagram
Nuova Sede Ascom

IN EVIDENZA

10.05.2016

Convegno del 24 maggio dal titolo ‘Risparmi al sicuro nell’era del Bail-in?’

 

 

10.05.2016
CONFCOMMERCIO ASCOM CERVIA PREOCCUPATA PER L’AUMENTO DELLA TARI ANNUNCIATO DAL COMUNE

Confcommercio Ascom Cervia è preoccupata per l’aumento delle tasse locali, che già gravano sulle piccole e medie imprese, e si oppone all’aumento della Tari (valutato intorno al 3/5%, superiore al tasso di inflazione ufficiale) che il Comune ha annunciato di volere introdurre. Un simile provvedimento, infatti, nuocerebbe negativamente sull’economia cervese proprio nel momento in cui è in atto il massimo sforzo di tutti i settori per rilanciare la crescita. Confcommercio, al posto dell’aumento della pressione fiscale, chiede al Comune di rivedere in modo complessivo i livelli di tassazione vigenti e, in particolare, propone:

1) di procedere a una graduale riduzione nelle forme e nei modi possibili;

2) di differenziare le percentuali tra domestico e non domestico (competenza del tavolo provinciale sulla Tari). Federalberghi e Federmoda Cervia, sindacati Confcommercio dei settori turistico/alberghiero e abbigliamento/calzature, condividono pienamente la preoccupazione dei propri dirigenti associativi ed evidenziano le seguenti problematiche:

Federalberghi fa presente che con l'aumento annunciato dal Comune si crea, come conseguenza diretta, un meccanismo perverso per cui le aziende che restano attive pagano pro quota anche per quelle che cessano l'attività; Federmoda chiede di aggiornare le tabelle di categoria vigenti al fine di garantire una maggiore equità tra le diverse tipologie di impresa e di eliminare  le disparità dovute al sistema utilizzato per definire la tassazione (calcolo metratura locali).

 

Cervia, 10 maggio 2016

 

Comunicato stampa a cura di Confcommercio Ascom Cervia

06.05.2016
TERENZIO MEDRI, PRESIDENTE CONSULTA REGIONALE DEL TURISMO CONFCOMMERCIO EMILIA ROMAGNA, CHIEDE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DELLE LOCALITA’ TURISTICHE DELLA COSTA DI TUTELARE IL MODELLO DI TURISMO FAMILIARE, PERNO DELL’OFFERTA BALNEARE DELL’EMILIA-ROMAG

Terenzio Medri, presidente della Consulta Regionale del Turismo di Confcommercio Emilia Romagna, evidenzia l’importanza fondamentale del turismo familiare quale modello di riferimento del turismo balneare e sollecita le amministrazioni pubbliche locali di operare per tutelarne i valori e gli aspetti portanti. In particolare, Medri, riferendosi alla stagione turistica in fase di avvio, chiede la piena tutela della sicurezza del territorio, sia sotto il profilo della lotta a ogni forma di abusivismo sull’arenile e nei centri urbani, sia sotto quello delle forme di intrattenimenti prescelti per animare la vacanza. In particolare, riguardo a questo secondo aspetto, Medri sottolinea la necessità di adottare forme compatibili con il benessere delle persone e la tutela dell’ambiente, non lesive delle esigenze di turisti e residenti e non fautrici di degrado. La linea giusta, sostiene Medri, è quella intrapresa da molti operatori turistici e commerciali che hanno optato per tipologie di intrattenimento soft, peraltro pienamente corrispondenti alle più recenti tendenze del mercato. Per questo motivo, appare corretto ed opportuno intervenire preventivamente nelle zone più a rischio delle località balneari adottando misure di tutela della sicurezza e del decoro, anche attraverso l’uso di strumenti di monitoraggio come telecamere e fonometri. Così operando, sostiene Medri, l’offerta balneare potrà mantenere intatto il suo appeal e procedere più speditamente verso l’innovazione delle strutture e dei servizi.  Inoltre propone di adottare una zonizzazione acustica simile in tutta la fascia rivierasca per tutelare al massimo i turisti.

La stagione turistica estiva si preannuncia positiva, ma i segnali confortanti che motivano un ragionevole ottimismo da parte degli operatori vanno supportati da politiche pubbliche capaci di garantire lo svolgimento della vacanza in un clima di totale sicurezza e benessere.

 

Cervia, 6 maggio 2016

02.05.2016
INCONTRO CONFCOMMERCIO ASCOM CERVIACON RAVENNA FESTIVAL E APT EMILIA-ROMAGNA: PROVE GENERALI PER UNA COMUNE STRATEGIA DI TURISMO CULTURALE

Mercoledì 4 maggio, alle ore 17.00 presso la sede di Via G. di Vittorio 26, Confcommercio Ascom Cervia organizza l’incontro pubblico dal titolo “Cervia & Ravenna, prove generali per una comune strategia di turismo culturale con Ravenna Festival e APT Emilia-Romagna”. L’incontro intende impostare la collaborazione tra le due località in vista della costituzione della “destinazione turistica Romagna”, prevista dalla nuova legge regionale sul turismo. Dopo il saluto introduttivo del Sindaco Luca Coffari, il sovrintendente di Ravenna Festival, Antonio De Rosa, presenterà il programma dell’edizione 2016 con le proposte per gli operatori turistici, mentre la presidente APT, Liviana Zanetti, illustrerà le novità della promozione regionale e, in particolare, i progetti che interessano l’area cervese e ravennate. Il direttore Confcommercio Ascom Cervia, Cesare Brusi, avrà il compito di ripercorrere le tappe principali della strategia di turismo integrato, incentrato sulla cultura, che l’associazione persegue da oltre vent’anni. Il presidente di Federalberghi Cervia, Maurizio Zoli, neoeletto presidente provinciale Federalberghi, farà il punto sullo stato del turismo cervese e romagnolo. Le conclusioni sono affidate al presidente Confcommercio Ascom Cervia, Piero Boni. Sono previsti alcuni contributi alla riflessione comune da parte di Guido Guidazzi, vice presidente vicario di Confcommercio Ascom Cervia, Danilo Piraccini, presidente della Cooperativa Bagnini di Cervia, Carloalberto Martellozzo, amministratore delegato Roseo Euroterme Bagno di Romagna e Laura Vestrucci, giornalista/SMM. Info:

segreteria Confcommercio Cervia, tel. 0544/913913

 

Comunicato stampa a cura di Confcommercio Ascom Cervia Cervia, 2 maggio 2016

29.04.2016
BANDO 2016 DELLA CAMERA DI COMMERCIO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE. CONFCOMMERCIO ASCOM CERVIA E' A DISPOSIZIONE DELLE AZIENDE CERVESI INTERESSATE

Confcommercio Ascom Cervia è a disposizione delle imprese cervesi che intendono avvalersi  del bando emesso dalla Camera di Commercio di Ravenna “ Contributi per la creazione di nuove imprese”.

Il bando è rivolto alle imprese del territorio provinciale di Ravenna, attive e iscritte all'apposito Registro dell'ente camerale nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016.

 

Il contributo, pari al 50% dell'ammontare complessivo dei costi copre le spese sostenute per l'avvio dell'attività ( notaio, acquisto beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi, hardware…) nel periodo compreso tra l' 1/01/2016 e la data d'invio della domanda, che dovranno risultare quietanzate e già pagate alla data dell'invio suddetto.

 

I progetti presentati dalle imprese dovranno avere un costo minimo pari o superiore a € 5.000.

 

Il termine di presentazione delle domande, redatte sull'apposito modulo complete di allegati, è duplice: 1) entro il 30 luglio 2016 per le imprese iscritte e attive nei primi sei mesi dell'anno; 2) entro il  31 gennaio 2017 che hanno iniziato l'attività nel secondo semestre 2016.

 

L'Ufficio Credito di Confcommercio Ascom Cervia è disposizione per qualsiasi informazione e consulenza sulle domande di contributo.

 

Cervia, 29 aprile 2016

 

 Comunicato stampa a cura di Confcommercio Ascom Cervia

Via G. Di Vittorio 26 – tel.0544 913913 – fax 0544 913957